Orario al Pubblico
Segreteria dell’Ordine

   martedì               ore 16.30 – 19.30
mercoledì           ore 9.30 – 12.30
giovedì                 ore 16.30 – 19.30
Eventuali comunicazioni urgenti avverranno via e-mail:
segreteria@periti-industriali.bari.it

L‘accesso alla Sede dell’Ordine Professionale è contingentato  dalle nuove norme che disciplinano la prevenzione e la sicurezza dei dipendenti pubblici e dei relativi utenti:
– rispetto delle procedure di ingresso,  transito e uscita,  mediante modalità,  percorsi,  distanziamento e tempistiche predefinite;
– autocertificazione stabilita dalle nuove norme di emergenza sanitaria;
– protezione delle vie respiratorie con mascherina.

                                   AVVISO PER TUTTI I PROFESSIONISTI

Bari, 6.10.2020      Prot.n. 562/20

Il C.N.P.I., ci ha comunicato che a norma dell’art. 37 – D.L. 16/07/2020 recante “Misure urgenti per la semplificazione e l’innovazione digitale” gli Ordini Professionali devono verificare che tutti gli Iscritti all’Albo abbiano comunicato IL PROPRIO DOMICILIO DIGITALE cioè l’indirizzo di posta elettronica certificata.

Si sollecitano gli inadempienti a comunicare la PEC entro 30 giorni dal presente avviso, decorsi i quali l’iscritto sarà sospeso dall’Albo fino a quando non effettua la comunicazione del domicilio fiscale.

Si ricorda che il CNPI  ha attivato una convenzione con ARUBA per attivare o rinnovare la PEC al costo di Euro 1,50 (escluso gli iscritti EPPI, per i quali è gratuita).

N.B. Il presente avviso è da ritenere nullo per coloro che hanno recentemente comunicato la PEC.

Distinti saluti.

Il Presidente

Per. Ind. Maria Franca Spagnoletti

 


O. M. Esame Abilitazione 2020.


EPPI – Richiesta diffusione possibilità Sussidi Covid-19


Rivista OpificiumRadiazioni ionizzanti (rif. pagina 62)


 

PRESTARE PARTICOLARE ATTENZIONE AGLI OBBLIGHI DEONTOLOGICI DERIVANTI DALLA:

Formazione Continua
e dalle relative
Linee Guida
in vigore dal 1° gennaio 2020

Nuova Tabella C.F.P.

I Sigg.ri Professionisti (iscritti all’Albo delle Province di Bari e B.A.T.) che hanno concluso il 1° quinquennio della Formazione Continua, ma non hanno ancora acquisito i Crediti Formativi Professionali relativi all’attività esercitata, possono recuperare nelle sottostanti sezioni dell’area riservata del nostro sito web (vedasi menù a destra “Formazione Continua”):

– Attività Formative riguardanti l’etica, la deontologia, la previdenza, la regolazione dell’Ordine.

– Attività Formative riguardanti conoscenze Specialistiche – Disciplinari, interdisciplinari e Transdisciplinari/Competenze


Asita – Termocamera.


Ministro per l’Innovazione tecnologica e la Digitalizzazione.

La digitalizzazione a supporto di cittadini, professionisti e imprese: iniziativa di solidarietà digitale, servizi e le soluzioni innovative https://solidarietadigitale.agid.gov.it/#/


Seminari

Proposto da AiCARR Formazione in diretta online Fondamenti di analisi economiche dei sistemi edificio-impianto  dal 12 novembre

L’Ordine in collaborazione con TRACE SOFTWARE è lieto di presentare un seminario formativo gratuito
sulla “gestione dei progetti di impianti fotovoltaici” verranno riconosciuti n° 2 crediti formativi 
 locandina / Iscrizione
L’ordine in collaborazione con TRACE SOFTWARE, è lieto di presentare un seminario formativo gratuito sulla
“progettazione elettrotecnica” verranno riconosciuti n° 2 crediti formativi  locandina
/ Iscrizione
In streaming AicarFormazione i corsi Settembre e Ottobre  Scopri le date
Nuove date per Smart Building Levante 19 e 20 Febbraio 2021 Presso la fiera del Levante

 


ICMQ S.p.A.Convenzioni certificazione esperti BIM. Certificazione esperto BIM; Certificazione Sistemi di Gestione BIM.

Sezione web sul sito www.vigilfuoco.it – Testi Coordinati di prevenzione Incendi. Il link relativo alla sezione è: http://www.vigilfuoco.it/aspx/Page.aspx?IdPage=10254


L’Alta Formazione Professionalizzante post diploma I.T.S. “A. Cuccovilo” Bari.


La Legge 10 giugno 1978, n. 292 stabilisce che la tassa annuale per l’iscrizione all’Albo Professionale deve essere riscossa tramite ruoli esattoriali, ai sensi dell’art. 3 del Testo Unico delle Leggi sui Servizi della Riscossione, delle Imposte Dirette approvato con D.P.R. 15 maggio 1963, n. 859. Pertanto al fine di predisporre i Ruoli Esattoriali, le domande di dimissioni o di trasferimento in un altro Albo (in bollo) devono pervenire c/o la Segreteria dell’Ordine entro il 30 agosto dell’anno precedente a quello in cui non si vuole più essere iscritti.


Ministero dell’Ambiente e della tutela del Territorio e del Mare – Pubblicazione dell’elenco nominativo dei soggetti abilitati a svolgere la professione di tecnico competente in acustica ex art. 21 del D.Lgs. 42/2017.

Regione Puglia – Dipartimento mobilità, qualità urbana, opere pubbliche, ecologia e paesaggio.

Comunicazione proroga termine per l’iscrizione nell’elenco nazionale dei “Tecnici Competenti in Acustica” in possesso del requisito di cui all’art. 21 c. 5 del D.Lgs. 42/2017.

Regione Puglia – Dipartimento mobilità, qualità urbana, opere pubbliche, ecologia e paesaggio. Iscrizione nell’elenco ministeriale dei Tecnici Competenti in Acustica” in possesso del requisito di cui all’art. 21 c. 5 del D.Lgs. 42/2017.

Regione Puglia – Dipartimento mobilità, qualità urbana, opere pubbliche, ecologia e paesaggio: Riconoscimento figura professionale di “Tecnico competente in acustico” ai sensi delI’art. 21 c. 5 del D. Lgs. 17 febbraio 2017, n.42.
In data 19.04.2017 è entrato in vigore il D.Lgs. 17 febbraio 2017, n.42 che abroga il D.P.C.M. 31 marzo 1998 e apporta significative modifiche alle modalità per il riconoscimento della figura professionale di tecnico competente in acustica.
Tra le nuove disposizioni introdotte dal citato D.Lgs, il comma 5 dell’art. 21, prevede la facoltà, per i soggetti che hanno già ottenuto il riconoscimento della qualifica di tecnico competente in acustica ai sensi dell’abrogato DPCM 31 marzo 1998, di presentare alla Regione che ha effettuato il riconoscimento, entro 12 mesi dalla data di entrata in vigore del richiamato D.lgs. 42/2017, istanza nelle forme e modi stabiliti dal DPR 445/2000 per l’inserimento nell’elenco nazionale di cui all’articolo 21, comma 1, deI D.Lgs. 42/2017.
Come noto, in Puglia a seguito di quanto disposto dalla L.R. 17/2007, la competenza sul riconoscimento della “qualifica di tecnico competente in acustica ambientale” è stata trasferita dalla Regione alle Province.
Pertanto, al fine dell’inserimento nell’elenco nazionale di cui all’art. 21, c,1 del D.Lgs. 42/2017, i tecnici in possesso del requisito di cui all’art. 21 c.S del richiamato D.Lgs, potranno presentare all’Ente che ha effettuato il riconoscimento della qualifica (Regione o Provincia/Città Metropolitana), entro il 18.04.2018 la “domanda di iscrizione” secondo il format allegato alla presente.

D.Lgs. del  17 febbraio 2017, n. 42 – Registro Regionale delle ore di aggiornamento professionale per tecnici competenti in acustica di cui alla determinazione dirigenziale n. 155 del 21.06.2019 – Aggiornamento al 31/12/2019. 

istituzione catasto energetico regionale – avvio piattaforma “ape puglia”.
GUIDA PER LA FRUIZIONE DEL SISTEMA INTERATTIVO DELLA REGIONE PUGLIA PER LA GESTIONE DEGLI ATTESTATI DI PRESTAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI.

Tale istanza dovrà essere presentata a mezzo PEC, in una delle due seguenti modalità:
– Invio della scansione del modello cartaceo con firma autografa accompagnato dalla scansione del documento di identità in corso di validità;
– Invio del modello compilato e firmato digitalmente.
Per ultimo, in attesa dell’aggiornamento delle disposizioni normative regionali, si invitano gli enti in indirizzo a provvedere alla massima diffusione della presente presso Albi, Collegi e Ordini Professionali, tramite i canali di comunicazione ritenuti idonei. Domanda di iscrizione.


Pubblicata in Gazzetta Ufficiale n.124 del 28-5-2016 la Legge 89/16 sul sistema scolastico e universitario.

Il provvedimento fissa nella laurea triennale (dal 28/05/2021) il requisito minimo per iscriversi all’albo dei periti industriali, prevedendo inoltre un periodo transitorio di cinque anni per i diplomati, di vecchio e nuovo ordinamento.  
LEGGE 26 maggio 2016 , n. 89. Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 29 marzo 2016, n. 42, recante disposizioni urgenti in materia di funzionalità del sistema scolastico e della ricerca. 

-omissis-

Art. 1 -septies (Disposizioni in materia di ordinamento professionale dei periti industriali) .

1.Alla legge 2 febbraio 1990, n. 17, sono apportate le seguenti modificazioni: a) all’articolo 1, comma 1, le parole: “ai licenziati degli istituti tecnici che abbiano conseguito lo specifico diploma secondo gli ordinamenti scolastici” sono sostituite dalle seguenti: “a coloro che siano in possesso della laurea di cui all’articolo 55, comma 1, del regolamento di cui al decreto del Presidente della Repubblica 5 giugno 2001, n. 328”; b) all’articolo 2, comma 1, lettera e) , le parole: “del diploma di perito industriale” sono sostituite dalle seguenti: “della laurea di cui all’articolo 55, comma 1, del regolamento di cui al decreto del Presidente della Repubblica 5 giugno 2001, n. 328”; c) all’articolo 2, i commi 3 e 4 sono abrogati; d) all’articolo 3, il comma 3 è abrogato.

2.Oltre a quanto previsto dall’articolo 3, comma 2, della legge 2 febbraio 1990, n. 17, conservano efficacia ad ogni effetto di legge i periodi di praticantato, i titoli di studio maturati e validi ai fini dell’ammissione all’esame di Stato per l’abilitazione all’esercizio della libera professione, nonché i provvedimenti adottati dagli organi professionali dei periti industriali e dei periti industriali laureati secondo le disposizioni vigenti prima della data di entrata in vigore della legge di conversione del presente decreto, per un periodo di cinque anni dalla medesima data. Per il medesimo periodo, conservano il diritto di accedere all’esame di Stato per l’abilitazione all’esercizio della libera professione anche i soggetti che conseguono un titolo di studio valido a tal fine ai sensi della normativa previgente».

-omissis-


Informativa sulla Privacy
Responsabile della Protezione dei Dati